(IN) Netweek

ALESSANDRIA

Questa non é favola, questa é storia Battuto lo Spezia, l'Alessandria approda alla semifinale di Coppa Italia contro il Milan

Share

Varallo Pombia, prima giornata del Campionato di Eccellenza, dopo l’agonia del fallimento nell’estate del 2003. Voi vi starete chiedendo, come direbbe qualcuno, che c’azzecca? A La Spezia, nella storica e meravigliosa gara di lunedì sera, erano presenti persone che a Varallo Pombia c’erano, persone che, calcisticamente parlando, hanno toccato veramente il fondo, persone che in questi anni hanno avuto più delusioni che soddisfazioni, ma che ci sono sempre state, contro tutti e tutto. Hanno visto la retrocessione in C2 per illecito sportivo, hanno visto campionati vinti, letteralmente buttati via, hanno visto tante tifoserie avverse uscire festose dal Moccagatta. Eppure ci sono sempre stati, sono sempre stati al fianco della squadra, hanno sempre fatto grandi sacrifici per la maglia grigia ottenendo in cambio più delusioni che soddisfazioni.

E’ vero ognuno è libero di vivere la fede calcistica come meglio crede, in base anche alle sue esigenze lavorative, ma ciò non toglie che i fedelissimi, gli amici, i compagni di tante domeniche passate insieme sotto il sole, la pioggia, con il freddo e la neve, la vittoria di lunedì sera se la sono proprio meritata, se la stanno probabilmente ancora godendo, se la ricorderanno, probabilmente, per tutta la vita.

Perché solo quando tocchi veramente il fondo, solo quando mangi tante tonnellate di sterco, puoi provare sensazioni uniche, nel suo genere, come quelle provate lunedì sera a La Spezia.

Ora queste stesse persone entreranno all’olimpico di Torino, da padroni di casa, davvero un peccato non essere nel nostro Moccagatta, per vedere giocare la propria squadra nella semifinale di Coppa Italia, abbiamo capito bene semifinale di Coppa Italia. Agli inizi di marzo, prenderanno posto, alla scala del calcio, al cospetto di una delle squadre più titolate del Mondo.

Comunque vada sarà la loro vittoria, sarà il rimborso per tanti anni passati a mangiare bocconi amari, tanti anni passati a domandarsi chi me l’ ha fatto fare, tanti anni passati tornando a casa più arrabbiati che mai dopo la partita. Sarà la loro vittoria per l’attaccamento a una maglia e a dei colori che sono unici nel palcoscenico del calcio. Sarà la loro vittoria perché a loro dobbiamo tutti portare tanto rispetto.

Leggi tutte le notizie su "Alessandria7"
Edizione digitale

Autore:tvl

Pubblicato il: 25 Gennaio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.