(IN) Netweek

ALESSANDRIA

Uno spettacolo per non dimenticare: “Addio, mia bella, addio”

Share

E’ uno spettacolo per non dimenticare quello che andrà in scena domenica 17 gennaio alle ore 16.30 al Museo Etnografico “C'era una volta”, in piazza della Gambarina 1 ad Alessandria.

Sulle note di “Addio, mia bella, addio” i soldati partono per il Fronte salutando mogli, sorelle, fidanzate. Sulla piazzetta di un qualunque paese o cittadina d'Italia - tra le chiacchiere delle donne sulla soglia di casa o al mercato e degli uomini all'osteria - si snoda il racconto di tre anni di guerra: piccole storie che s'intrecciano con il racconto della Grande Storia.

Qui infatti arrivano le notizie dal Fronte attraverso i giornali, le foto e le lettere (spesso tagliate dalla censura) o i racconti (quelli più veritieri) dei soldati in licenza.

Il testo teatrale “Addio, mia bella, addio” è portato in scena dalla Compagnia del Martedì, nata nel 2009 all'interno del Laboratorio Teatrale dell'Unitrè, sotto la regia di Silvestro Castellana e di Severino Maspoli.

Nel testo, a cura di Maria Castellana, niente di quanto viene narrato cede all'invenzione, ma riporta la cruda realtà, frutto di un'accurata ricerca su documenti preziosi come le lettere dei soldati, i giornali dell'epoca, i racconti stessi dei soldati, arricchiti da episodi strettamente legati alla nostra terra e alla realtà alessandrina.

«La guerra è una brutta bestia che gira il mondo senza fermarsi mai»: l'intento della Compagnia è di ricordare per non dimenticare e per un impegno ad operare per la pace.

Leggi tutte le notizie su "Alessandria7"
Edizione digitale

Autore:tvl

Pubblicato il: 11 Gennaio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.