(IN) Netweek

ALESSANDRIA

Dal turismo mordi e fuggi a quello «mangia e bevi»

Share

L'Osservatorio Regionale del Turismo ha presentato ieri i dati relativi al movimento dei turisti sul territorio nel corso del 2015, evidenziando un aumento rispetto all'anno precedente.

Anche la provincia di Alessandria registra un incremento significativo, segnando un 2,16% in più per le presenze e uno 0,75% in più sugli arrivi.

Si conferma, pertanto, l'interesse da parte dei visitatori, sia italiani che, soprattutto, stranieri per le eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche dell'area collinare.

«Registriamo con soddisfazione la notizia del segno positivo, che premia l'impegno di tutta l'attività svolta nel corso del 2015 non soltanto dall'ATL, ma anche dalla rete di collaborazione con la Regione, la Camera di Commercio, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, i Comuni e gli imprenditori associati - dichiara il presidente di Alexala Sergio Guglielmero -. Il nostro compito, adesso, sarà quello di approfondire i dati in nostro possesso, per andare a interpretare gli aspetti di minor forza che emergono in qualcuna delle zone del nostro territorio.

Una prima analisi generale sembrerebbe comunque confermare il trend in forte crescita del settore extralberghiero, con un rallentamento del flusso di turismo “business”, legato agli aspetti evidenti della crisi economica. Siamo, comunque, felici di apprendere che Torino e tutto il Piemonte siano ormai una delle mete irrinunciabili per i turisti stranieri che visitano il nostro Paese».

Leggi tutte le notizie su "Alessandria7"
Edizione digitale

Autore:png

Pubblicato il: 04 Aprile 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.