(IN) Netweek

ALESSANDRIA

Alessandria Calcio, un gennaio con il rallentatore

Share

Cinque punti conquistati nelle ultime cinque gare disputate in campionato. Questo è il bottino che l’Alessandria ha raccolto, dall’ultima partita del 2015, disputata a Reggio Emilia contro la Reggiana fino al posticipo del primo febbraio a Cremona. Un andamento lento per gli uomini di Gregucci che stanno pagando, ma ovviamente non solo, gli sforzi fisici e mentali delle fatiche di Coppa Italia.

La squadra presieduta da Luca Di Masi, apprezzata per la sua determinazione e per il non aver mai avuto timore reverenziale dell’avversario, ha subito una flessione sotto il profilo dei punti conquistati, perdendo qualche punto e posizione in classifica.

Se la stagione è ancora lunga, se tutti gli scontri diretti, eccezion fatta per il Pavia, saranno disputati al Moccagatta, è altrettanto vero che si entra in una fase di stagione nella quale sbagliare e perdere terreno rischia di essere deleterio per quando arriveranno i primi caldi: i punti persi ora possono pesare a maggio. La squadra ha raccolto tre punti nelle tre gare disputate nel girone di ritorno; nel girone di andata, con allenatore Giuseppe Scienza, la squadra aveva raccolto quattro punti in tre gare giocate.

Urge cambiare registro e da subito, a Cremona la squadra ha stranamente palesato qualche errore di attenzione nella fase difensiva, Vannucchi ha dovuto raccogliere due palloni dietro le proprie spalle più per demerito dell’Alessandria che per merito della Cremonese.

Il mese di febbraio vedrà l’Alessandria giocare tre gare su quattro tra le mura amiche: Lumezzane, Pro Piacenza e Bassano in casa con la gara di Bergamo contro l’Albinoleffe domenica 14 febbraio, alle ore 17.30. Poi il 1 marzo la gara di ritorno della semifinale di Coppa italia contro il Milan a San Siro, gara che sarà, sicuramente disputata di sera.

Nell’ultimo giorno di mercato è stato tesserato Marco Guerriera, classe 1992, nato a Catania e cresciuto nelle giovanili del club etneo. Guerriera ha disputato il primo campionato professionistico nel 2012 con la maglia del Milazzo nella ex Seconda Divisione. Nella seguente stagione ha indossato la maglia del Messina, questa volta in Serie D collezionando 17 presenze e realizzando 1 gol, riuscendo a ottenere la promozione in Seconda Divisione, scendendo in campo 31 volte. Nella stagione 2014/15 ha indossato la maglia del Melfi, giocando 23 partite. Poi nell’estate 2014 il suo passaggio al Cosenza. Guerriera si è legato al club di Spalto Rovereto fino a giugno. Può essere impiegato sia come terzino destro sia come esterno di centrocampo, ecco quindi una alternativa a Vedran Celjak sulla fascia destra.

Leggi tutte le notizie su "Alessandria7"
Edizione digitale

Autore:tvl

Pubblicato il: 08 Febbraio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.